Buchvorstellung & Gespräch – Vlg. Retina 2020

LiteraturCLUB: CLAUDIA RHAUDA TRÖBINGER – Perché studio l’arabo? لماذا أدرس العربية؟,

Liebe Mitglieder, am Donnerstag 9. September mit Beginn um 19.30 Uhr präsentieren wir euch den nächsten LiteraturCLUB in unser Sommerredisenz ost west country Club. Wir freuen uns auf die Buchvorstellung der Autorin Claudia Rhauda Tröbinger und ihr vor Kurzem erschienenes Werk „Perché studio l’arabo?“.

“Perché studio l’arabo?” di Claudia Raudha Tröbinger

Una giovane donna parte per andare a imparare l’arabo e in tanti le chiedono il perché. Dopo mesi trascorsi a Beirut, altri ad Aleppo e ben due anni a Tunisi torna, malvolentieri, ma almeno non senza un manoscritto sotto il braccio, un manoscritto in cui raccoglie le sue tante risposte a questa domanda. È costruito come un mosaico astratto, in cui le tanti singole parti messe insieme creano l’atmosfera.

“Perché studio l’arabo?”

Recensione di Giorgia Melis, Abir Shili

Perché studi l’arabo? Quanti di voi sono stati colti forse impreparati da una domanda apparentemente banale? A me succede ogni volta che incontro un estraneo e quest’ultimo mi chiede a proposito dei miei studi, del mio lavoro o dei miei interessi. “Perché studio l’arabo?” risponde proprio a questa domanda,

“Perché studio l’arabo?” è il terzo libro bilingue italiano – arabo scritto da Claudia Raudha Tröbinger, artista contemporanea formatasi all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Come? Cosa c’entra l’arte con l’arabo? Come afferma lei stessa “[…] nella calligrafia araba la pittura e la scrittura si uniscono”. Niente di più vero. Questa è solo una delle ottantanove risposte che la nostra Claudia è riuscita a dare alla fatidica domanda. Perché la chiamo Claudia in modo così affettuoso? Tutto nasce dal suo libro.

“Perché studio l’arabo?” è diviso in tre parti: Dediche; Poesie, proverbi e citazioni; Risposte. Le prime due parti fanno da cornice all’ultima parte, che costituisce l’obiettivo dell’intero testo (e qua il riferimento a Le mille e una notte o Kalila wa Dimna è d’obbligo[1]). Tutto ciò è preceduto da un’introduzione, in cui spiega, a un certo punto, perché il libro è organizzato in questo modo, e anche perché il testo è presentato con il formato di un calendario, dove il testo italiano è affiancato dal testo in arabo.

“Perché studio l’arabo?”, come avrete già capito, è un testo molto speciale. Claudia, sfrutta le parti in cui è diviso il testo non solo per ringraziare i propri cari, per indicarci le migliori poesie, proverbi e citazioni di famosi autori, anonimi e passanti, o per rispondere alla domanda più comune che un’arabista può sentirsi fare. Infatti, sfrutta tutto il testo per raccontarci la sua vita, ma non è un autobiografia. Il sapiente uso che fa delle parole le permette di creare una sorta di monologo, che spesso si fonde con i tuoi stessi pensieri. Altre volte invece ti stupisce, perché delle brevi frasi, apparentemente semplici, celano un significato profondo e rimani a fissare quelle parole finché non riesci a farle tue.

“Perché studio arabo?” è un testo che arricchisce, che spiega non solo le motivazioni principali dell’autrice, che sono tante, ma anche certe questioni riguardanti il contesto arabo-musulmano, con parole per niente accademiche. La chiamo Claudia perché sembra di ascoltare un’amica mentre bevo una tazza di tè caldo in un momento di relax. Quando il suo pensiero si fonde con il tuo invece sembra di leggere delle parole che forse non hai mai detto o mai pensato, ma che stavano proprio lì, dentro di te, in attesa che qualcosa, o qualcuno, ti aiutasse ad esprimerle.

La prima stesura del libro è avvenuta nel 2007. Rispondere alla domanda “Perché studio arabo?” non è affatto facile, ci vuole tempo e ricerca interiore. Ci vuole coraggio, ci vuole pazienza, ci vuole passione. E la nostra Claudia è decisamente riuscita in questa impresa.

[1] Le mille e una notte è uno dei primi esempi di cornice narrativa, ovvero un testo all’interno del quale l’autore si inserisce, creando un racconto dentro al racconto. L’espediente letterario della cornice narrativa nasce nella letteratura indiana dalla raccolta di favole chiamata Pancatantra, scritta in Sanscrito. Il primo capitolo è dedicato a Kalila wa Dimna, la storia di due sciacalli, i cui nomi sono stati arabizzati in Kalila e Dimna, che cercano di rompere l’amicizia tra un toro e un leone.

Un autoritratto di sorprendente onestà e naturalezza, continuamente aperto al mondo e all’alterità.
Stefano Zangrando, Dolomiti

Claudia Raudha Tröbinger trova nell’arabo qualcosa di speciale che spiega bene nella spontaneità di questo libro-diario che custodisco come una gemma preziosa.

L’autrice/Die Autorin

Claudia Raudha Tröbinger

Geboren in Südtirol zu Beginn der Siebziger. Habe mich nach der Matura in gänzlich italienischen Städten aufgehalten und schreibe seither in Italienisch, aber nicht ausschließlich und auch nicht unbedingt für immer. Diplomiert an der Kunstakademie, sehe ich mich als zeitgenössische Künstlerin, die sparsam mit Bildern umgeht; ihr Lieblingsmaterial: die Wörter; Vertreterin der Arte Poverissima. Hatte das Glück, ein paar Jahre in arabischen Ländern zu leben und andere in einem der wenigen, das noch nicht von fb erreicht wird. Zurzeit (2020) wohne ich im Burggrafenamt (BZ). Warum? Weil, wie die Inder wissen, der Mensch plant und Gott lacht.

Habe einen Hang zu mehrsprachigen Büchern (it./dt. oder it./arab.), zu sogenannten Künstlerbüchern und ihrem Übergang zur Literatur. Bemühe mich aktuell um das Werden eines Romans.

Bibliografie:

Perché studio l’arabo? لماذا أدرس العربية؟ / Retina / 2020

Wer ohne Auto ist, könnte er heute sagen, der werfe den ersten Stein / Kulturelemente/ März 2019

Come il pane كالخبز / Editore PulcinoElefante / 2014

Il saluki e la gazzella السلوقية والظبي / Selbstdruck / 2013

Achtung! Für die Teilnahme an sämtlichen kulturellen Veranstaltungen im ost west country Club, muss ab Freitag 6. August der Green Pass (geimpft, getestet, genesen) vorgelegt werden. Nur BesucherInnen mit Green Pass können an den Veranstaltungen teilnehmen.

Per la partecipazione a tutte le manifestazioni all’ost west country Club, da venerdì 6 agosto è necessario esibire il Green Pass (vaccinat*, testat*, guarit*). Solo chi lo presenta può partecipare agli eventi.

Wie immer müsst ihr euch vorab über das Kontaktformular für die Veranstaltung anmelden. 

Anmeldung LiteraturCLUB 09.09.2021 Registrazione LiteraturCLUB

This contact form is deactivated because you refused to accept Google reCaptcha service which is necessary to validate any messages sent by the form.

Follow us on Facebook

CALENDAR

  • Feministisches Infocafé femminista
    Do, 16.09.2021 - ore 19:30-21:00 Uhr

  • LiteraturCLUB - Max Silbernagl
    Fr, 17.09.2021 - ore 19:00-20:00 Uhr

  • Festa del racconto
    Sa, 18.09.2021 - ore 14:00-16:00 Uhr

  • LiteraturCLUB: Sara Notaristefano "La composizione del grigio" - presentazione del libro
    Sa, 18.09.2021 - ore 16:00-17:00 Uhr

  • LiteraturCLUB – Presentazione libro: FRANCESCO COMINA – Solo contro Hitler, Franz Jägerstätter, il primato della coscienza (Emi)
    Sa, 18.09.2021 - ore 18:00-19:00 Uhr

  • Summer Jamsession
    Sa, 18.09.2021 - ore 20:00-23:00 Uhr